Genjutsu

Le Arti Illusorie (Genjutsu) sono tecniche che usano il Chakra presente nel sistema nervoso della vittima per creare illusioni; praticamente è un avanzato Ninjutsu mentale. Coloro dotati di abilità speciali come lo Sharingan del Clan Uchiha o quelli molto intelligenti sono molto abili ad eseguire e contrastare Genjutsu, dal momento che la chiave è l'attenzione ai dettagli. Il più comune Genjutsu visto è la semplice creazione di allucinazioni, provocando nella vittima sensazioni che non sono reali con l'obiettivo di manipolarle. In altre parole le tecniche illusorie attaccano i cinque sensi benché esistano altre applicazioni per i Genjutsu. Coloro i quali sono sotto l'influenza di un Genjutsu o si paralizzano sul posto o perdono coscienza, ciò dipende da quanto sono abili nel riconoscere e difendersi dai Genjutsu.
Ci sono diversi modi per contrastare una tecnica illusoria. Dal momento che questa usa il Chakra dell'avversario, la vittima può cancellare un Genjutsu interrompendo il proprio flusso di Chakra. Questo metodo è chiamato Genjutsu Cancel. Alternativamente, nel caso fallisse la cancellazione del Genjutsu, un intenso dolore può riportarlo alla realtà. Infine qualcun altro può interrompere il flusso di Chakra del compagno donandogli una parte del proprio liberandolo dal Genjutsu. Il livello di un Genjutsu determina la difficoltà di scioglierlo.

Genjutsu
Disperdi (Kai): Genjutsu che cancella o distrugge l'illusione in cui si è intrappolati. Il livello di efficacia di questa tecnica varia a seconda dell'utilizzatore e della potenza del genjutsu in cui si è intrappolati. Sakura Haruno, Gai Maito e Kakashi Hatake utilizzano questo genjutsu per contrastare l'illusione creata da Kabuto Yakushi durante l'esame di selezione dei chunin. Mentre Naruto apprende questa tecnica da Jiraiya durante un allenamento tra la prima parte e la seconda serie e la utilizza,senza successo,nella seconda serie,quando la copia di itachi lo fa cadere in una illusione mentre Naruto ha guardato il dito del nukenin (Itachi riesce a fare illusioni anche non gurdando direttamente negli occhi il nemico: gli basta che l' avversario guardi il suo dito).
Barricata mentale: Nagato ha applicato questo genjutsu sui suoi corpi e sui ninja del villaggio per impedire agli avversari di cavare informazioni da essi. Secondo Inoichi è una tecnica molto efficace, il siero della verità infatti è inefficace a causa di questo genjutsu.
Bruciore del corpo di carta: Itachi per attivare questa tecnica necessita solo del 30% di energia, in quanto lo usa tramite il corpo di Yura su Kakashi mentre stava sigillando il Demone a una coda. Guardando l'avversario lo fa cadere in un genjutsu dove il nemico ha l'impressione di avere un corpo di carta che sta bruciando. Questo genjutsu crea un ambiente simile a quello dello Tsukuyomi, ma Itachi non necessita del Mangekyou Sharingan per attivarlo.

Effimera (Utakata): Potente illusione utilizzata dal membro di Alba Itachi Uchiha su Naruto. Itachi attiva questa tecnica utilizzando solo un dito della mano destra, mentre l'avversario non lo guarda negli occhi. Una volta all'interno dell'illusione, Itachi può controllare le visione della vittima. Nell'illusone appaiono gli amici della vittima che escono dalle sue parti del corpo e cercano di bloccarlo o di ucciderlo.

Flauto Demoniaco: Miraggio della Catena Sonora (Mateki: Mugen Onsa): Usando il suo flauto Tayuya, può creare un'illusione di rango B che inizialmente cambia il territorio in modo da non permettere all'avversario di essere localizzati, e successivamente fa credere al nemico di essere legato con tante corde che limitano i suoi movimenti. Poco dopo, la carne dell'avversario comincia a staccarsi dalle ossa, facendolo soffrire terribilmente. L'illusione deve essere mantenuta con la melodia del flauto.
Genjutsu Interrogatorio: Questo genjutsu è usato da Kakkou su Rin per estrargli informazioni. Rin però sembra opporre resistenza in modo da non far trapelare informazioni sulle mosse della foglia durante la guerra. Obito si accorge grazie allo sharingan che il flusso di chackra è diverso da quello normale. Kakashi poi disperde la tecnica.
Genjutsu di Kakashi: Kakashi usa questo genjutsu senza nome tre volte. Il genjutsu può far sembrare al nemico che i tomoe dello Sharingan stiano girando. La prima volta lo usa contro Zabuza, in questo caso Zabuza non riesce a usare la grande espolsione acquatica e si fa colpire da quella di Kakashi. Negli altri due utilizzi, contro Koyuki e alcuni Anbu che stavano seguendo Naruto, il genjutsu fa proprio svenire l'avversario.
Genjutsu di Sasuke: Sasuke lo utilizza due volte contro Danzo. Sasuke può utilizzare la tecnica muovendosi mentre l'avversario è sotto l'effetto del genjutsu, e anche l'avversario continua a muoversi anche dopo esser entrato nel genjutsu. La prima volta Sasuke fa apparire Itachi davanti a Danzo e nel frattempo si porta alle spalle di Danzo, la secondo volta invece lo usa per far credere a Danzo che Izanagi fosse ancora attivo, quindi Danzo subisce l'attacco di Sasuke credendo di averlo evitato.
Genjutsu di Sasuke interrogatorio: Per trovare Killer Bee, Sasuke usa questo genjutsu su un membro del clan Yotsuki. L'avversario entra in uno stato di incoscienza e rivela ciò che gli viene chiesto da Sasuke.
Genjutsu dello Sharingan Ipnotico di Sasuke: Sasuke lo utilizza contro Killer Bee, e si crede sia la sua versione dello Tsukuyomi. Dopo aver guardato con il suo occhio destro l'avversario, esso entra nel genjutsu e sviene velocemente, apparentemente non si può difendere, come succede quando viene usato lo Tsukuyomi. Killer Bee riesce poi a rialzarsi facendosi trasmettere il chakra dal suo Bijuu, quindi il reale potere del genjutsu non si può constatare.
Genjutsu del Susano'o: Fissando gli occhi dell'avversario, si fa apparire nella sua mente un essere demoniaco, simile al suo Susano'o ma di un viola più scuro. Con questa tecnica Sasuke, usando il normale sharingan, riesce a paralizzare Shi per un breve lasso di tempo.

Illusione dei Corvi: Viene utilizzata da Itachi Uchiha contro Kakashi e Naruto. Dopo aver intrappolato Naruto nell'illusione, riesce a far cadere dei corvi dal cielo (forse quelli delle copie) e li trasforma in shuriken che colpiscono Naruto tagliandolo. Quest'illusione, inoltre, può essere lanciata anche senza Sharingan, basta che l'avversario guardi il dito indice di Itachi. Tramite quest'illusione Itachi riesce a donare il 30% del suo chakra a Naruto.

Illusione Demoniaca: Controillusione (Magen: Kasegui): Usando l'abilità dello Sharingan di copiare le tecniche, si possono rovesciare le illusioni di pari livello dell'utilizzatore, questa tecnica la può utilizzare pure Kurenai.
Illusione Demoniaca: Falso Ambiente (Magen: Kokoni Arazu no Jutsu): Questo jutsu cambia l'apparenza dell'ambiente in cui ci si trova, viene usato da Kotetsu, Oboro e Kurenai.
Illusione Demoniaca: Intrappolamento dell'albero (Magen: Jubaku Satsu): Con questa tecnica l'utilizzatore può scomparire, avvicindandosi al proprio obiettivo senza farsi notare. Una volta completato, un albero cresce ai piedi dell'avversario immobilizzandolo con i rami. Una volta che l'avversario crede di essere stato catturato, l'utilizzatore può riapparire dal tronco dell'albero e ucciderlo. Nella saga filler del Clan Kurama, questa tecnica sembra essere abbastanza versatile, con diverse varianti sul tipo di natura che compare.
Illusione Demoniaca - Ipnocanto (Magen: Gamarinsh?): Genjutsu che colpisce l'udito. Mà e Pà iniziano a cantare e, una volta che i due canti si sincronizzano perfettamente, l'avversario viene rinchiuso in una specie di cubo d'acqua, attorno a lui sono presenti quattro statue di esseri simili a rospi su due zampe vestiti da guerrieri con la mano sinistra (che al centro ha un disegno simile a una goccia) tesa a palmo aperto verso il cubo e con la mano destra, all'altezza del fianco destro, che stringe una spada puntata verso l'alto, una volta completata questa fase il genjutsu ha colpito la mente e i nervi, impedendo al bersaglio di muoversi di un solo centimetro. Subito dopo il nemico si ritrova trafitto tra il torace e lo stomaco da uno spadone, venendo di conseguenza ucciso.
Illusione Demoniaca: Pali Imprigionanti (Magen: Kasegui): Illusione utilizzabile solo dal Clan Uchiha, dopo l'attivazione dello Sharingan, i membri del clan guardano negli occhi l'avversario per bloccarlo con un'illusione paralizzante. Questa illusione prende vita sottoforma di grossi chiodi che impalano la vittima bloccandola sul posto e impedendole i movimenti.
Illusione Fulminea - Pilastro di Fulmine (Raigen Raik?ch?): Shi usa questa tecnica contro Sasuke e Juugo, all'attivazione di questa tecnica, si emette una luce da occhi e bocca che acceca l'avversario. L'avversario crederà di essere accecato ma l'attacco sarà in una illusione.
Kotoamatsukami: É il genjutsu più potente di Shisui Uchiha, utilizzabile con il Mangekyou Sharingan. Più potente anche del controllo mentale, riesce a liberare Itachi dal controllo dell'Edo tensei. Shisui ha donato questo occhio ad Itachi, che l'ha impiantato in un corvo per poterlo usare in futuro, visto che richiede dieci anni per attivarsi. Itachi è riuscito a dare il comando, proteggi Konoha, contro chiunque fosse stato colpito, infatti non voleva attivarlo su sè stesso ma voleva che fosse attivato su Sasuke.
Tecnica del Falso Dormiente: Con questo genjutsu Gaara cade in un finto stato di sonno venendo così completamente sopraffatto dalla Reliquia della sabbia e risvegliando tutta la potenza del demone. Gaara può essere risvegliato solo se viene colpito duramente.
Tecnica dell'Illusione Interrogatoria: Questa tecnica viene utilizzata da Naraka Pain durante l'attacco a Konoha per trovare informazioni riguardo Naruto. Consiste nell'afferrare il nemico e tramite il Rinnegan estrapolargli informazioni. Colui che ne è colpito vede il demone tipico del Rin'negan, che è invisibile ad altri individui. Una volta ottenute le informazioni, Pain strappa la forza vitale alla vittima; se ha detto la verità, rimane privo di forze, ma se ha mentito muore. Vittime di quest'illusione sono diversi ninja della Foglia.
Tecnica del Miraggio illusivo (Shinkir? no Genjutsu): É il genjutsu usato dalla vongola del Secondo Mizukage. La vongola crea dei miraggi di lei e del suo evocatore, così si rendono inattaccabili. Centinaia di shinobi hanno provato ad attaccare il Mizukage, che gli dava indicazioni su dove colpire ma non bastava. Probabilmente Muu era riuscito ad annullare questa tecnica grazie ai suoi poteri da sensitivo, infatti l'alleanza riesce a sconfiggere la vongola grazie a Gaara, che con la sabbia ha individuato la vongola, che sopra di sè aveva il Mizukage.
Tecnica della Morte Visionaria (Shikumi no Jutsu): Questa tecnica, usata da Orochimaru e Sasuke, è molto simile alla Tecnica della Paralisi, ma paralizza l'avversario mostrandogli una visione della loro morte. Oltre alla paralisi, il nemico è sopraffatto dalla paura, e subirà sicuramente anche un pesante stress mentale.
Tecnica Oscura della Moltiplicazione del Corpo (Tecnica del Servo di Nebbia) (Kasumi J?sha no Jutsu): Tecnica usata dai Ninja della Pioggia, è una tecnica illusoria che crea falsi avversari per rallentare e confondere il nemico. Sebbene le creazioni non siano reali, l'utilizzatore può rimanere nascosto e lanciare kunai e shuriken facendo combaciare i suoi movimenti con quelli delle copie. In questo modo fa sembrare che i falsi servitori siano capaci di attaccare. Quando l'avversario tenta di colpire uno dei servitori, non fa altro che colpire il corpo illusorio della creazione senza però distruggerlo effettivamente.
Tecnica dell'Oscurità (Kokuangyo no Jutsu): Tecnica illusoria di rango A che immerge l'avversario nell'oscurità più assoluta, praticamente rendendo invisibile l'ambiente circostante e chi la utilizza. Ciò rende possibile attaccare facilmente chi cade vittima di questa tecnica. Per combattere in questa situazione alquanto difficile è necessario concentrare il chakra nel naso e nelle orecchie (come Sarutobi o Kiba Inuzuka) e sentire le mosse dell'avversario. Questa tecnica nell'anime è usata da Tobirama Senju, mentre nel manga da Hashirama.
Tecnica del Sonno delle Piume (Nehan Sh?ja no Jutsu): Questo jutsu, anche chiamato Tempio Nirvana, usato da Kabuto, fa cadere in un sonno profondo tutti quelli che si trovano in uno specifico luogo. Dal punto di vista dell'obiettivo, sembra che delle piume stiano cadendo dal cielo; queste servono come distrazione per permettere alla tecnica di fare effetto. Anche se è di rango A, ogni ninja esperto ha tutto il tempo per disperdere l'illusione.
Tecnica della Visione Infernale (Magen: Narakumi no Jutsu): Chiunque serba nel profondo dell'animo, consciamente o no, un pensiero che mai vorrebbe che si tramutasse in realtà. Questa arte illusoria sonda la psiche del bersaglio e ne fa emergere l'incubo peggiore, facendolo sembrare reale. Quindi più la fobia è grande, maggiore è l'effetto della tecnica. Questa tecnica è usata da Kakashi contro Sakura, ma essendo di rango D quando viene utilizzato su Sakura nella serie Shippuden non ha effetto.

 
Tecnica della Luna Insanguinata (Tsukuyomi): Quando eseguita, il jutsu intrappola il nemico in un mondo immaginario che è completamente controllato dall'utilizzatore. A differenza dei normali genjutsu, che ripercorrono il sistema circolatorio per giungere al cervello, e possono quindi essere dissolti scombinando il chakra all'interno del corpo, lo Tsukuyomi sembra arrivare istantaneamente al cervello, precludendo ogni difesa(a meno che l'avversario non possieda un'arte oculare abbastanza potente da fermare l'illusione in tempo, come ha fatto Sasuke Uchiha con il suo Sharingan nel combattimento contro il fratello Itachi). Mentre passano solo pochi secondi nel mondo reale, all'avversario sembra che passino giorni interi e questa è la principale ragione che rende la vittima spacciata in quanto non c'è il tempo materiale per un compagno di passare il chakra a chi la subisce. A seconda della volontà dell'utilizzatore, questi può torturare l'avversario per giorni o fargli rivivere degli eventi traumatici più e più volte. Una volta che il jutsu è terminato l'obiettivo non è più in grado di combattere per molto tempo. Dal momento che lo Sharingan è il principale artefice della tecnica, è necessario il contatto visivo. Una tale potente tecnica non è priva dei suoi svantaggi: a causa della complessità dell'illusione e della velocità a cui viene eseguita, è necessaria una grande quantità di chakra per eseguirla, ed è molto pericoloso utilizzarla due volte nello stesso combattimento, ma quest'ultimo è un difetto proprio del Mangekyou Sharingan, poichè è risaputo che un abuso di questi occhi porta alla cecità.
Tsukuyomi Infinito (Eiyen no Tsukuyomi): É il genjutsu più forte mai ideato. Per poterla utilizzare serve una quantità di chakra che nessuno possiede se non il Juubi (l'unione di tutti i 9 bijuu). La tecnica consiste nel far riflettere lo Tsukuyomi sulla superficie della luna assoggettando tutti gli abitanti del mondo ad una continua illusione. Madara, durante il summit dei Kage, spiega ai 5 Kage questo suo obiettivo.
Genjutsu del Controllo della Mente: Apparentemente genjutsu unico di Shisui Uchiha, permette all'utlizzatore di controllare la mente del nemico. É un dojutsu potentissimo perchè il nemico non si accorge neanche di esserci entrato. Danzo rubando l'occhio di Shisui è entrato in possesso di questo potere e l'ha utilizzato su Mifune, senza neanche levare la benda. Ao scopre questo genjutsu durante il summit e pare che anche Yagura era controllato da questo genjutsu, quindi anche Madara potrebbe avere quest'abilità innata.

Izanagi (Izanagi): Crea una finestra temporale di pochi istanti durante i quali l'utilizzatore della tecnica può letteralmente riscrivere la realtà, trasformando le ferite ricevute o addirittura la propria morte in un'illusione, un attacco destinato a fallire in un attacco che vada a segno. Izanagi conferisce il totale controllo del limite fra realtà e illusione e agisce direttamente sullo stesso utilizzatore. Ma un simile potere esige un grande sacrificio: per attivare Izanagi è necessario sacrificare uno Sharingan. Questo significa che solo i portatori di sharingan possono utilizzare Izanagi. Una volta terminata la tecnica lo Sharingan sacrificato si chiude per poi mai più riaprirsi. Per ora, la tecnica è stata usata solo da Danzo per un limite di tempo di circa un minuto, da Madara e dall'Eremita delle 6 vie. A detta di Madara esso è maggiore rispetto alla norma, probabilmente (sempre secondo Madara) grazie all'aiuto di Orochimaru.
Genjutsu Apparsi Solo nell'Anime o nei Movie
Chiamata del Tiranno: Hiruko utilizza questo genjutsu per mandare un messaggio alle 5 grandi nazioni durante il 3° Movie Shippuden. Permette di proiettare una grande immagine di se stessi nel cielo.
Controillusione dei petali: Kurenai utilizza questa tecnica per evitare il genjutsu dell'albero di due membri del Clan Kurama. Oltre ad evitare l'attacco del nemico Kurenai utilizza i petali per imprigionare il nemico, che perde i sensi dopo aver subito l'attacco.
Genjutsu del Bacio: Gamariki attiva questo genjutsu baciando il nemico. Naruto una volta entrato nel genjutsu vede cuori volanti e ogni persona muta il suo aspetto diventando simile a Gamariki.
Genjutsu della Fusione degli Animali dell'Isola disabitata: Con i suoi occhi la creatura crea un genjutsu che si espande a cerchi di color arcobaleno e immobilizza l'avversario.
Genjutsu di Nekomata: Questa tecnica viene utilizzata da Nekomata, probabilmente il gatto ninja più potente dopo Nibi. Sasuke dopo esser entrato nel genjutsu affronta vari gatti, ma riesce a disperdere il Genjutsu grazie al suo Sharingan.
Genjutsu dei Petali (Hyakkary?ran): Karenbana crea dei petali che girano intorno al nemico. Si muoverà poi con essi, dando l'impressione che il suo stesso corpo sia fatto di petali.
Illusione dei Campanelli (Suzu Senbon no Genkaku): Kin Tsuchi può usare questa tecnica con i suoi speciali campanellini. Questi emettono un suono ad una determinata frequenza che attacca direttamente il cervello dell'avversario che vede numerose copie dell'utilizzatore, rendendogli impossibile riconoscere quella vera. Inoltre, l'avversario perde le sue capacità motorie con una continua esposizione al suono dei campanelli.

Illusione Demoniaca: Tecnica della discesa infernale (Magen: Jigoku K?ka no Jutsu): Yoroi utilizzando questa tecnica crea un'illusione nella quale una tremenda palla di fuoco cade dal cielo in un luogo designato. Chiunque si trovi nell'area istintivamente fuggirà.

Illusione Demoniaca: Tecnica del Doppio Falso Ambiente (Magen: Nij? Kokoni Arazu no Jutsu): Questo jutsu crea un'illusione sopra un'altra illusione creata dall'utilizzatore. Nel caso l'avversario disperda la prima illusione, non realizzerà di trovarsi in una seconda. Viene utilizzata solo da Oboro.

Illusione di Kamira: L'utilizzatore porta la mente del nemico in una dimensione apparentemente completamente oscura, ma manipolabile per far immaginare al nemico strane figure.
Illusione Dipinta: Questa tecnica è un'unica prerogativa di Yakumo Kurama. Apparsa per la prima volta nel filler del clan Kurama. Alla ragazza basta dipingere un qualcosa, e imprimendovi il suo chakra essa avviene. Viene vista per la prima volta nell'episodio 203, quando Naruto vede la ragazza dipingere il villaggio, nonostante ci sia bel tempo con un temporale, e un fulmine che colpisce la residenza dell'Hokage. Poco dopo, il suo dipinto diventa realtà. In realtà non accade realmente ciò che lei dipinge, è tutta una potente tecnica illusoria, le persone però percepiscono il genjutsu come se fosse vero, in quanto il cervello stesso viene influenzato dal jutsu e portato a credere reale tutto ciò che accade anche se la vittima è convinta del contrario, quindi se ad esempio una persona cadesse in un pozzo di lava creato dall'illusione, se il cervello della vittima è convinto che essa sia lava, spingerà il corpo ad autodistruggersi, questa è l'immensa potenza di questa illusione. Persino un intero villaggio può esserne soggiogato e senza che Yakumo sia sul posto necessariamente mentre disegna. L'unico modo per uscire dal genjutsu è annullare i 5 sensi, ovvero perdere conoscenza, ma così si resta esposti anche ad un attacco fatale in quanto non ci si può difendere se svenuti. Altri modi per uscire dalla tecnica non esistono, l'unica possibilità è che Yakumo decida di farti uscire.
Ipnosi Regressiva (Jigyaku no Jutsu): Questa tecnica mette l'obiettivo in uno stato di ipnosi inversa, permettendogli di ricordare dettagli che altrimenti non potrebbe rievocare. Il soggetto collabora durante l'interrogatorio, ma sembra mantenere la sua personalità anche sotto l'ipnosi. Per esempio quando a Naruto viene chiesto di ricordare la sua conversazione con Gennou, Naruto si sofferma molto più sul ramen che aveva condiviso con il vecchio piuttosto che sui dettagli della conversazione, che era ciò che importava agli ANBU.
Nebbia illusiva: Questa tecnica è usata dal Demone a Tre Code, il Sanbi, che crea una nebbia fittissima e pesantissima, la quale provoca illusioni. Il ninja a contatto con questa tecnica non si accorge di essere in un'illusione. Il Demone Tartaruga a Tre Code la usa nell'anime così da far cadere Naruto nell'illusione, la Nebbia copre un'area vastissima, poiché ricopre tutto il lago dove è avvenuto lo scontro tra il demone e Guren.
Prigione della nebbia mistica (Suiton Genjutsu: Mugenmar?): Kandachi utilizza questa tecnica in combinazione con la sua evocazione contro Naruto e una copia di Jiraiya. Una volta entrati nel genjutsu, si crede che il corpo si stia congelando.

Stile della Foglia: Salice (Konoha-Ry? Yanagi): Questa tecnica è usata da Kosuke contro un ninja del Villaggio della Roccia. L'avversario vede muoversi velocemente il braccio di Kosuke e si confonde dopo esser entrato in un'altra dimensione, rimanendo fermo durante il successivo attacco di Kosuke con la spada.

Suono neutralizzante (S?sai no Ne): Menma suonando la sua ocarina emette un suono che annulla il genjutsu usato precedentemente da Shiin, che aveva paralizzato Naruto, Neji e Tenten.
Tecnica dell'Inversione Temporale (Jigyaku no Jutsu): Fuen attacca con del veleno il nemico, che entra nel genjutsu. Una volta dentro al genjutsu il nemico è oppresso e poi ucciso da Fuen, che può torturare il nemico in ogni modo. Sakura è riuscita a creare un antidoto per evitare il genjutsu.
Tecnica dei Fiori: Pioggia dei cento (Hana Ninp?: Ky?ka Sai): Kikunojo, circondando il nemico con petali di fiori, crea un'illusione che oscura l'ambiente che circonda il nemico.
Tecnica del Sonno: Questa tecnica viene utilizzata da Itachi all'entrata del Villaggio per addormentare la guardia del Villaggio della Foglia. Questa illusione è molto utile per missioni di infiltramento ed è anche una buona arma difensiva ed offensiva (blocca completamente l'avversario facendolo cadere in un profondo sonno). Può essere usata come sistema per sfuggire all'Illusione Dipinta, in quanto è possibile addormentarsi quasi subito.

 

Statistiche della pagina
Pagina vista: 107676
Pagina creata da: narutoamico , 25 ottobre 2009
Ultimo aggiornamento: 20 luglio 2014

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultime dal forum
di Kazekage Gaara_yvi98 - sabato alle 22:11
di Madara99 - sabato alle 16:38
di D.A. - venerdì alle 21:35
di kakashisensei - giovedì alle 09:39
di Madara99 - 5 ottobre alle 12:07
di elvafeng - 5 ottobre alle 08:42

NarutoGT.it is a fansite based on the Naruto Anime and Manga series.
The holders of the copyrighted and/or trademarked material appearing on this site are as follows:
NARUTO © 2002 MASASHI KISHIMOTO. All Rights Reserved.

Impostazioni