Il nome che scatena la paura - Analisi di Madara - parte 2

Benvenuti alla seconda parte dell'analisi su Madara.

Se non lo avete fatto, vi invito a leggere la parte precedente (parte 1) per capire a pieno quello che andremo a dire.

Bene, iniziamo da dove eravamo l'altra volta!

CARATTERIZZAZIONEPARTE TRE – SESSISMO? 

Si può dire che Madara è sessista? Si può parlare di misoginia? Ho letto queste domande in alcuni forum dell’Internetto e dagli atteggiamenti che assume, la risposta potrebbe essere affermativa, ma andiamo per gradi. Con sessismo si intende una discriminazione basata sul genere, che porta a d assumere attitudini, condizioni e stereotipi tipici del sesso. Con misoginia, invece, intendiamo un odio e una avversione morbosa verso le donne in generale. Con maschilismo, infine, si intende un comportamento secondo cui all’uomo viene riconosciuta una posizione di superiorità e privilegio nei confronti della donna.

Possiamo eliminare tranquillamente la seconda opzione, perché se Madara non sembra odiare Tobirama, che gli uccise il fratello, non vedo il motivo per cui dovrebbe odiare il genere femminile. In effetti, ora che ci penso, Madara sembra non odiare nessuno all’interno dell’opera, il suo è “solo”astio verso il mondo in generale. Bisogna verificare se egli è un maschilista. L'argomento principale che sostiene il suo maschilismo, sono le parole che rivolge a Tsunade.

Poteva dire che era debole, invece ha detto che è una debole donna, il che implicherebbe che tutte le donne, per lui, sono deboli. In realtà, Madara disprezza indistintamente chi è debole, poco importa se è una donna, e prova rispetto per chi è forte.Può anche essere che Madara non abbia mai conosciuto una donna forte, sia all’interno che fuori dal clan. Anzi, possiamo dire che Madara non hai mai conosciuto una donna ingenerale, perché da quel che sappiamo, la madre non è mai comparsa nel flashback, il che mi fa pensare a un suo assassinio. Mancano, pertanto, le basi, nel campo femminile *scuote la testa con una espressione di sufficienza e macerata ironia*.

In definitiva, quindi, si può tranquillamente dire che Madara non ha preferenze di genere,confutando le ipotesi di tali virgulti. Infatti:

  • Più che insultare Tsunade, insulta la sua stirpe, egli è amareggiato dal fatto che lei non ha ereditato i poteri del nonno e preferisce portare avanti una battaglia psicologica, atta a demoralizzare gli animi (non a caso, mostra il volto di Hashirama sul petto).Inoltre, quando Tsunade rompe l’armatura del Susanoo, Madara si scomoda anche con qualche complimento, dicendole che è perfino più forte del Raikage. Si complimenta anche con Mei, elogiando la sua tecnica.Non si può assolutamente parlare di sessimo.

  • Rispetto al punto precedente, si può dire che l’unica donna che Madara possa aver conosciuto è Mito Uzumaki, la nonna di Tsunade. Allora perché non ha detto “sei debole come tua nonna”? Semplicemente perché il suo chiodo fisso era Hashirama e il confronto con lui era praticamente spontaneo. Madara la ricorda chiaramente, non la appella come “la moglie di Hashirama”.


 

Madara non è sessista, come già detto, rispetta solo le persone forti. Tant’è che elogia più e più volte il suo eterno rivale Hashirama, dicendo che il suo livello non è mai stato raggiunto da nessun’altro: lui era l’unico che poteva tenergli testa.

CARATTERIZZAZIONE PARTE QUATTRO – L’INIZIO DEL TUTTO

Il titolo che leggete è abbastanza esplicativo, ma se non ci siete ancora arrivati, ve lo dico io: senza Madara oggi non avremmo avuto Naruto, non avremmo avuto il manga e non avreste avuto nemmeno questa analisi (ok, forse questo non è uno svantaggio XD).

 

Il Madara Shippuden che vedete qui sopra, anche se creato e circolato qualche tempo fa per strappare sorrisi, ha un significato ben più importante: senza la genialità di Madara non avremmo avuto tutto questo. Si, lo ammetto senza nascondermi: Madara è un genio. E non è esaltazione o divinificazione, perché basta guardare il manga per verificare le mie affermazioni. Le sue abilità lungimiranti sono disarmanti, perché ha saputo architettare un piano, che avrebbe potuto avere mille vie d’uscita, prevedendo ogni singola mossa che lo avrebbe portato alla realizzazione del suo sogno.

E qui, voglio pertanto spezzare una lancia a favore di Kishimoto, perché Madara è una sua creazione etutto questo ambaradan di strategia, l’ha pensata Kishimoto: stavolta facciamopollici in su :D

Vabene, vabene, molti di voi ora qui saranno con i forconi e le torce a gridare che quel piano non lo aveva ideato Madara ma Zetsu Nero. Però ora vi domando: ne siamo (anzi, ne siete, sicuri?) ZN ha solo permesso che Uchiha e Senju si odiassero e modificato la stele degli Uchiha (le altre cose, non mi servono in questo caso). E per lunghe epoche nessuno è riuscito a comprenderne il vero significato. Madara invece no. Lui, anche ignorando tutta la faccenda di Indra e Ashura, capisce che le due parti in opposizione, descritte nella stele (Uchiha e Senju), portano al potere e alla salvezza definitiva, che poi scopre essere ilRinnegan dopo aver acquisito le cellule del suo avversario. Evoca il Gedo e si innesta ad esso, decide di creare l’Akatsuki per gli scopi che già conosciamo regalando i suoi occhi ad un giovincello, Nagato. Inizia cosi ad aspettare che un altro ragazzuolo, Obito, possa ereditare le sue volontà e per portarlo dalla sua parte architetta un piano diabolico: inserisce un sigillo sul cuore di Rin (ma a lei fa credere di essere diventata Jinchuuricki del Tricoda), manipola le menti degli assassini della Nebbia e crea la situazione perfetta per traumatizzare Obito.

 

Lo stesso Obito, che una volta cresciuto, andrà ad incontrare (per caso), Nagato. E che con gli ideali di Madara, lo convince a fondare ufficialmente Akatsuki. Molti di voi diranno che non tutto è andato secondo i piani: avete ragione. Però in una manciata di capitoli, ci mostra che lui avrebbe potuto fare tutto da solo, se non fosse stato vecchio e decrepito. Ricordo che cattura tutti i Bijuu in unpetosecondo e COMPLETAMENTE DA SOLO.

Il manga che abbiamo letto, è nato da Madara e non appena è stato allontanato dalla scena, lo stesso manga è durato una decina di capitoli. Madara è l’inizio e la fine.

La seconda parte termina qui. Vi chiedo di mipiacciare questa analisi se leggerla è stato interessante, e anche condividerla che non fa mai male ed è gratis. Fatemi sapere cosa ne pensate e ci vediamo all'ultima parte, quella critica

- Madara

Statistiche della pagina
Pagina vista: 9694
Pagina creata da: admin , 23 aprile 2015
Ultimo aggiornamento: 23 aprile 2015

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultimi Quiz
Ultime dal forum
di Pain93 - 28 gennaio
di itachi90 - 27 gennaio
di Madara99 - 24 dicembre 2022
di Jiraya Ninja Leggendario - 22 settembre 2022
di D.A. - 2 settembre 2022

NarutoGT.it is a fansite based on the Naruto Anime and Manga series.
The holders of the copyrighted and/or trademarked material appearing on this site are as follows:
NARUTO © 2002 MASASHI KISHIMOTO. All Rights Reserved.

Impostazioni