Deidara

Scheda
Deidara
Deidara
Età: Deceduto a 19 anni
Altezza: 166 cm
Peso: 50 Kg
Gruppo Sanguigno: AB
Compleanno: 5 Maggio
Grado: Nukenin
Clan: -
Hobby/Sogni: -
Apparizioni: Anime Shippuden 2; Manga 247
Altre immagini di Deidara
  • Deidara « L'arte... è esplosione! Katsu! »

Deidara era un Nukenin del Villaggio della Roccia. È stato il partner di Sasori fino alla morte di quest'ultimo, quando il marionettista è stato rimpiazzato da Tobi. Le tecniche di Deidara sono considerate segrete, vale a dire conosciute solo da chi le ha inventate (non sono abilità innate. Si crede che Deidara sia ispirato all’artista avanguardista Taro Okamoto per le somiglianze presenti tra i due). Il nome di Deidara deriva dal mito di Deidarabocchi, la storia di un gigante che poteva realizzare delle montagne a suo piacimento. Si avvicina anche a una mitologia totalmente differente: i Titani.

Aspetto e personalità

Deidara è un uomo dai capelli lunghi legati in una coda. Oltre ad essere molto orgoglioso ed enormemente fiero della sua arte, è convinto che essa sia un potere perfetto, che può diventare imbattibile. Non accetta mai la sconfitta, ed ogni volta che accade, progetta sempre una vendetta. Detesta in particolar modo Itachi e Sasuke Uchiha, perché sono impassibili e non mostrano alcuna emozione verso la sua arte e lo Sharingan, che si è dimostrata un'abilità oculare in grado di superare le sue capacità. In realtà, Deidara non è una persona avventata, e sebbene dichiari che preferisce improvvisare piuttosto che calcolare la situazione, segue quasi sempre particolari piani e strategie. Tuttavia se qualcuno insulta la sua arte, si abbandona completamente alla follia , anche se in vantaggio sull'avversario: infatti arriva al punto di farsi esplodere nel tentativo di uccidere Sasuke che aveva affermato che non gli importava nulla della sua arte, nonostante fosse leggermente avvantaggiato sull'Uchiha (poiché afferma che anche se incapace di muoversi lo avrebbe comunque ucciso con la sua argilla esplosiva). Egli rispetta molto il suo compagno, arrivando ad utilizzare il titolo onorifico di "Maestro Sasori" ritenendolo di fatto più abile di lui, ma non condividendo le sue idee concetto di arte: secondo Deidara essa è "un istante di effimero splendore", mentre a parere di Sasori è "qualcosa di incantevole che rimane nel tempo".

Passato

Deidara era un membro del Villaggio della Roccia, era un'artista che, continuamente insoddisfatto della propria arte, per raggiungere il suo desiderio di creare una forma di arte che rappresentasse il suo stile decise di sottrarre la tecnica proibita del villaggio della Roccia, potendo così creare l'argilla esplosiva. A causa di questo fatto divenne un ninja traditore che fuggì dal proprio villaggio. Prima di unirsi ad Akatsuki, Deidara era un terrorista dinamitardo che agiva per denaro e per mettere in mostra la propria arte; le sue abilità attirarono l'attenzione di Nagato, che mandò tre elementi dell'organizzazione, Sasori, Itachi e Kisame, per reclutarlo. Inizialmente Deidara rifiutò, arrivando al punto di sfidare Itachi pur di non entrare in Akatsuki. Dopo che Itachi gli ebbe dimostrato le abilità del suo Sharingan, intrappolando Deidara in una delle sue stesse tecniche, il ninja della Roccia fu forzato ad unirsi all'organizzazione. Deidara manterrà sempre un grosso risentimento verso Itachi, e in particolare verso lo Sharingan, egli conserva un odio terribile verso quest'abilità, ma anche verso se stesso in relazione ad essa, perché dopo essere stato battuto da Itachi restò estasiato dalla forza e bellezza dello sharingan definendolo lui stesso arte, cosa che non aveva mai fatto prima e che non farà mai più fino alla morte, aver riconosciuto "arte" l'abilità di qualcun altro anziché la sua per un artista del tutto dedito alla sua passione è un'onta inaccettabile. Per contrastare il prodigio del clan Uchiha arrivò al punto di allenare molto duramente uno dei suoi occhi, precisamente il sinistro, a renderlo immune al suo potere di creare illusioni, potere sperimentato appieno quando più avanti egli si scontrerà con Sasuke. Dopo l'aggregazione ad Akatsuki, Deidara viene messo in squadra con Sasori, rimasto da solo dopo la defezione di Orochimaru dall'organizzazione.

Serie Shippuden

La prima apparizione di Deidara avviene in forma olografica nell'anime della prima serie, precisamente nell'episodio 135, durante una riunione con i membri dell'Akatsuki dopo la fuga di Sasuke, il fratello di Itachi. Nella seconda parte, Deidara appare svariate volte, prima in compagnia di Sasori e poi di Tobi. Nella saga del rapimento del Kazekage attacca, assieme al suo partner Sasori, il villaggio della sabbia, sconfiggendo Gaara allo scopo di ottenere Shukaku, risiedente nel ragazzo, perdendo il braccio sinistro nello scontro.

Dopo aver utilizzato la tecnica di sigillamento dei nove draghi, Deidara prende il corpo del Kazekage e fugge, inseguito da Naruto e Kakashi con cui ingaggierà uno scontro per catturare il Jinchuriki di Kyuubi. Durante lo scontro Deidara si ritrova a combattere contro Kakashi, il quale, grazie allo sharingan ipnotico, gli fa perdere il braccio destro. Ma proprio mentre Deidara realizza di aver perso anche il braccio destro, Naruto gli compare alle spalle e lo colpisce con un pugno con il quale lo scaraventa via. Deidara tenta poi di eliminare tutti i ninja avversari presenti facendo esplodere una sua copia di argilla, tuttavia Kakashi riesce a farla sparire nuovamente utilizzando ancora il suo sharingan ipnotico, salvando se stesso ed i suoi compagni; tuttavia Deidara ha approfittato dell'occasione per fuggire, recuperando in seguito anche l'uso di entrambe le braccia grazie alle tecniche curative di Kakuzu.

Dopo essere sfuggito allo scontro, Deidara viene messo in coppia con Tobi, con il quale catturerà senza troppa fatica Sanbi. Il rapporto che si instaura fra Deidara e Tobi dopo essere stati messi nella stessa squadra è una sorta di rapporto allievo-maestro; nonostante l'abitudine di Tobi di far arrabbiare quasi sempre Deidara. Qua Kishimoto evidenzia come adesso sia Deidara il senpai, mentre prima lo era Sasori. Dopo la morte di Hidan e Kakuzu, Deidara decide di vendicarsi di Kakashi e Naruto per la precedente sconfitta, e di Sasuke perché ha ucciso Orochimaru mentre lo avrebbe voluto fare personalmente. Incontra prima Sasuke ed inizia cosi lo scontro: Deidara decide di testare le abilità del giovane con il C1, ma Sasuke non solo tiene facilmente testa ad esso, ma arriva quasi ad ucciderlo dopo pochi istanti; Deidara però fugge sfruttando l'esplosione dello stesso C1. Deidara passa al C2, più potente e versatile, con il quale mette in difficoltà Sasuke, facendogli perdere in un'esplosione una delle ali del segno maledetto. Ma Sasuke resiste anche a questa tecnica e lo ferisce facendolo cadere sopra le sue stesse mine. Deidara però è ancora vivo e decide di ricorrere al C4: il primo attacco, come previsto anche da Deidara, va a vuoto, ma al secondo tentativo Sasuke viene colpito dall'argilla ma riesce ancora a salvarsi grazie all'arte del fulmine. Deidara, senza più Chakra, pur di affermare la superiorità della sua arte sullo Sharingan, arriva a farsi esplodere pur di uccidere l'avversario. Tentativo non riuscito perché Sasuke all'ultimo istante riesce a nascondersi nel corpo di Manda.

Quarta Guerra Mondiale Ninja

In occasione della Quarta Guerra dei Ninja è stato resuscitato dall'Edo Tensei di Kabuto Yakushi. Prima della guerra va Insieme a Kabuto parte per catturare Naruto e Killer Bee sull'isola in cui questi sono nascosti. Durante il tragitto, il duo viene attaccato da Onoki e da Akatsuchi. Deidara affronta Onoki, ma mentre si appresta ad utilizzare il C4, Kabuto rilascia la tecnica dell'Edo Tensei e Deidara sparisce difronte agli occhi del nemico.

Viene inserito nella Squadra dell'agguato e del diversivo insieme al suo vecchio partner, a Chuukichi e a Shin, che si è scontrata con quella di Kankuro. Deidara piazza i suoi esplosivi nella giara di Muta Aburame per uccidere la squadra di Kankuro, ma Ittan salva la sua squadra. Poco dopo prova una cosa simile, questa volta piazzando gli esplosivi vicino a Shin, ma in questo caso è Kankuro ad annullare l'attacco. Deidara inizia a parlare di Shin provocando Sai, che, infuriato, usa la sua tecnica per colpire Sasori e Deidara, mandandoli contro la marionetta di Kankuro, che viene trafitta da Omoi con la sua spada a cui aveva trasmesso il raiton, che annula i poteri di Deidara. Successivamente arriva Hanzo sul luogo ma si rifiuta di aiutarlo.

Capacità Ninja

In battaglia, Deidara utilizza delle speciali bocche poste su ognuna delle proprie mani per creare dell'Argilla esplosiva, argilla infusa di chakra che esplode ad un preciso comando del ninja della Roccia. L'esplosione viene solitamente attivata con il comando "Katsu". Il raggio dell'esplosione viene determinato solitamente dalla quantità di chakra che viene infusa all'interno dell'argilla. Deidara riesce a creare cinque diversi tipi di esplosivi, che cambiano nome a seconda del quantitativo di chakra che il ninja inserisce nell'argilla da modellare: il primo livello, con un quantitativo modesto di chakra, è il C1 che consiste nel creare piccoli animaletti d'argilla utili solamente se l'avversario ha la guardia abbassata; il secondo è il livello C2, più potente, con il quale Deidara crea un dragone d'argilla che, a sua volta, è in grado di generare draghi esplosivi più piccoli che fa fuoriuscire dalla bocca. Il livello "C3" è il più potente, e con esso Deidara crea una gigantesca bomba a cui da la forma che preferisce e che genera un'esplosione in grado di distruggere un intero villaggio. L'ultimo livello è il C4, detto C4 Garuda una tecnica che necessita di meno chakra rispetto al C3 e meno distruttiva, ma sicuramente più pericolosa e letale per le creature viventi. Modella l'argilla con la sua stessa bocca, producendo un clone dalle dimensioni variabili a seconda del raggio di azione. Il C4 esplodendo libera migliaia di microscopiche bombe che, entrando nel sistema circolatorio del sangue attraverso la respirazione, distruggono ogni forma di vita che le respiri dall'interno. L'ultima tecnica, disperata, di Deidara è il livello C0. Si tratta di un'autodistruzione, che crea un'esplosione con un raggio approssimativo di 10 chilometri; dopo essersi strappato i vestiti, scopre sul petto in corrispondenza del cuore un'apertura, sigillata con i fili utilizzati solitamente da Kakuzu. Una volta strappati l'apertura si rivela essere a sua volta un'altra bocca, nella quale Deidara inserisce un grosso quantitativo di argilla; delle linee si formano lungo tutto il suo corpo, per poi concentrarsi in un unico punto ed esplodere; l'esplosione forma una figura nel cielo che ricorda molto la scultura La Torre del Sole dell'artista Tar? Okamoto. Anche la forma d'argilla utilizzata per il livello C3 è molto simile a questa scultura. Un'altra rassomiglianza è che la frase preferita di Deidara, "L'arte è esplosione", riportata all'inizio di questa sezione, era una delle frasi rese celebri da Okamoto.

Tecniche e abilità
Ninjutsu
  • Arte della Terra - Schiaccia la Talpa
  • Arte della Terra - C1
  • Arte della Terra - C2
  • Arte della Terra - C3
  • Arte della Terra - C4
  • Arte della Terra - C0
  • Arte della Terra - Clone d'Argilla

Kinjutsu

  • Kinjutsu del Villaggio della Roccia

Abilità speciali

  • Alterazione delle proprietà del chakra (Terra)
  • Occhio Sinistro allenato a resistere ai Genjutsu
  • Creazione ed esplosione di qualsiasi tipo di cosa tramite l'argilla impastata al chakra

 

Statistiche della pagina
Pagina vista: 89423
Pagina creata da: admin , 2 febbraio 2008
Ultimo aggiornamento: 20 luglio 2014

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultimi Quiz
Ultime dal forum
di Pain93 - circa un ora fa
di D.A. - mercoledì alle 16:57
di Meliodas - 15 settembre alle 12:34
di georgefernandis - 14 settembre alle 19:15
di Meliodas - 13 settembre alle 17:07

NarutoGT.it is a fansite based on the Naruto Anime and Manga series.
The holders of the copyrighted and/or trademarked material appearing on this site are as follows:
NARUTO © 2002 MASASHI KISHIMOTO. All Rights Reserved.

Impostazioni