Arti Proibite (Kinjutsu)





Kinjutsu
  • Nome originale: Disgrazia della marionetta  (Shisa Kugutsu) (solo anime)
  • Tipo:  Tecnica Proibita, di supporto
  • Utilizzatori: Orochimaru, Nurari, Arashi
  • Descrizione: Tecnica proibita di Orochimaru che permette all'utilizzatore di assorbire il corpo di qualcuno. Facendolo, i corpi assorbiti possono usare le loro tecniche come se avessero vita propria.
  • Motivo: Rischio di perdere la propria personalità, come successo ad Arashi.
  • Nome originale: Effimera  (Kager? Ninp?: Utakata) (solo anime)
  • Tipo:  Tecnica Proibita, offensivo, corto-medio-lungo raggio (0-10+ m)
  • Utilizzatori: Kagero
  • Descrizione: L'utilizzatore crea 4 ali di chakra per lanciare una potente ondata da esse. Jiraiya per proteggersi da questa tecnica ha evocato lo stomaco di Iwagama, che secondo lui era l'unico modo possibile per non morire. Secondo Kagero questa tecnica per l'eccessivo consumo di chakra può esser usata solo una volta nella vita, lasciando quasi in uno stato di morte l'utilizzatore. Prima di finire in questo stato ci si può muovere ad altissima velocità.
  • Motivo: Porta quasi alla morte.
  • Nome originale: Fili di Chakra  (Chakura no Ito) (solo anime)
  • Tipo:  Tecnica segreta e Tecnica Proibita, offensivo, corto-medio raggio (0-10 m)
  • Utilizzatori: Kagero
  • Descrizione: Tecnica con la quale l'utilizzatore si suicida per uccidere l'avversario. Collegando dei fili dal cuore a un avversario, tutti i danni subiti da uno vengono subiti anche dall'altro. Kagero riesce ad estrarre il cuore dal suo corpo per poi farlo esplodere a mani nude ed uccidere entrambi. Solo con un kunai avente uno speciale sigillo del clan Fuuma si possono spezzare i fili.
  • Motivo: Porta a morte certa.


  • Nome originale: Furore   (Dohatsuten) (solo anime)
  • Tipo:  Tecnica segreta e Tecnica Proibita, offensivo, corto-medio-lungo raggio (0-10+ m) 
  • Utilizzatori: En No Gyoja, Hato, Shiranami
  • Descrizione: Tecnica Proibita del Clan Tsuchigumo, che viene eseguita utilizzando il chakra accumulato con Creazione del Cielo e della Terra. Crea una grande esplosione che è capace di spazzare via un intero villaggio. Vedendo le enormi potenzialità della tecnica come arma di distruzione di massa, il Terzo Hokage ha proclamato questo jutsu come Tecnica Proibita, in modo da mantenere il suo villaggio al sicuro. En no Gyoja è stato il creatore di questa tecnica e la sua nipote Hotaru ha il sigillo della tecnica impiantato nella schiena. Nonostante il potere della tecnica, Utakata è stato in grado di assorbire tutta la sua potenza e distruggerlo usando la sua completa trasformazione nel Sei Code.
  • Motivo: Considerabile arma di distruzione di massa.
  • Nome originale: Incantesimo Mandala  (Jubaku Mandara  Jubaku Mandara) (solo anime)
  • Tipo: Tecnica segreta e Tecnica Proibita, di supporto ed offensivo, corto-medio raggio (0-10 m)tecnica segreta, strategicotecnica segreta, strategico tecnica segreta, strategico tecnica segreta, strat
  • Utilizzatori: Arashi
  • Descrizione: Dopo aver formato vari sigilli si crea una piramide di chakra che intrappola l'avversario. La piramide può poi esser ristretta stringendo le mani, che devono essere in una posizione specifica. Se le mani vengono spostate la tecnica si annulla.
  • Motivo: Probabilmente eccessivo consumo di chakra.
  • Nome originale: Iniezione di chakra fortificante  (Ky?ka Shoh?: Chakura Ch?ny?) (solo movie)
  • Tipo: Tecnica Proibita, di supporto
  • Utilizzatori: Yomi, Kusuna
  • Descrizione: Si creano dei serpenti neri che usati su altre persone possono rinforzare il loro chakra e permettergli di utilizzare tecniche di alto livello. Il chakra non è però infinito, e non possono esser usati troppe volte in poco tempo in quanto chi subisce la tecnica rimane con poco chakra e poche forze. Essi possono anche far fuoriuscire il serpente e bere il suo chakra, aumentando notevolmente potenza e chakra, ma rischiando la morte. I serpenti possono esser anche usati per paralizzare o uccidere qualcuno
  • Motivo: Può portare alla morte ed esaurisce il chakra dopo l'utilizzo.


  • Nome originale: Izanagi  (Jubaku Mandara  Izanagi)
  • Tipo: Abilità Innata e Tecnica Proibita, di supporto, difensivo ed offensivo
  • Utilizzatori: Danzo, Madara, Eremita delle 6 vie
  • Descrizione: Crea una finestra temporale di pochi istanti durante i quali l'utilizzatore della tecnica può letteralmente riscrivere la realtà, trasformando le ferite ricevute o addirittura la propria morte in un'illusione, un attacco destinato a fallire in un attacco che vada a segno. Izanagi conferisce il totale controllo del limite fra realtà e illusione e agisce direttamente sullo stesso utilizzatore. Ma un simile potere esige un grande sacrificio: per attivare Izanagi è necessario sacrificare uno Sharingan. Questo significa che solo i portatori di sharingan possono utilizzare Izanagi. Una volta terminata la tecnica lo Sharingan sacrificato si chiude per poi mai più riaprirsi. Per ora, la tecnica è stata usata solo da Danzo per un limite di tempo di circa un minuto, da Madara e dall'Eremita delle 6 vie. A detta di Madara il tempo limite aumenta se si acquisisce lo yang, infatti l'izanagi di Danzo dura leggermente di più a causa del DNA di Hashirama. Per utillizzarlo completo servono i poteri di Yin e Yang, come nel caso dell'Eremita delle 6 vie, che ha un izanagi con effetto molto più lungo. Madara invece riesce a far durare l'effetto circa 10 minuti grazie a un buon controllo dello yang di Hashirama.
  • Motivo: Sacrificio di un occhio e manipolazione della morte, quindi è anche contro le leggi della natura.
  • Nome originale: Kinjutsu del Villaggio della Roccia 
  • Tipo: Tecnica segreta e Tecnica Proibita, di supporto
  • Utilizzatori: Deidara
  • Descrizione: Tecnica di Iwagakure che permette a Deidara di impastare il chakra nei materiali. Le bocche sui palmi e sul petto sono probabilmente dovute all'utilizzo di questa tecnica. Deidara la combina con l'arte dell'Esplosione, per usare l'argilla espolsiva.
  • Motivo: Probabilmente violazione delle leggi della natura.


  • Nome originale: Rancore della Terra (Jiongu)
  • Tipo: Tecnica segreta e tecnica proibita, di supporto ed offensivo, corto-medio-lungo raggio (0-10+ m)
  • Utilizzatori: Kakuzu
  • Descrizione: La più spaventosa delle tecniche proibite del Villaggio della Cascata, se ne è impossessato Kakuzu di Alba prima di tradire il villaggio. Questa tecnica trasforma il corpo dell'utilizzatore in una specie di bambola di stracci tenuta insieme da migliaia di fibre nere. Queste fibre sono controllate da Kakuzu, che può usarle per attaccare in vari modi, come staccare parti del suo corpo e usarle per colpi a lungo raggio, o per riattaccare parti del corpo perse, come dimostrò con il braccio di Deidara e la testa di Hidan. Il più grande vantaggio della tecnica, però, è la semi-immortalità che garantisce a Kakuzu in quanto, usando le fibre nere, può rubare organi funzionanti ai nemici che sconfigge, prolungando la sua vita in modo indefinito. Kakuzu ha ben cinque cuori, ognuno dei quali è stato rubato a un nemico. Con essi, Kakuzu può servirsi anche del chakra dei ninja da cui derivano. In questo modo può realizzare attacchi con tutti e cinque gli elementi del chakra attraverso delle maschere che ha sulla schiena e che possono essere staccate dal corpo, formando delle creature costituite interamente da fibre nere, ognuna delle quali è munita di un cuore. Queste possono anche essere riattaccate a Kakuzu o addirittura unite tra loro al fine di creare attacchi più potenti.
  • Motivo: Dona una forma di immortalità sacrificando altre persone, quindi va contro le leggi della natura.
  • Nome originale: RasenShuriken (F?ton: Rasenshuriken)
  • Tipo: Tecnica Proibita, rango S, offensivo, corto-medio-lungo raggio (0-10+ m)
  • Utilizzatori: Naruto Uzumaki
  • Descrizione: Costituisce il completamento della tecnica del Quarto Hokage, il Rasengan, nata appunto per essere fusa con l'elemento dell'esecutore. Approfondisci con Rasengan
  • Motivo: Rischio di non poter usare il braccio per impastare il chakra se non viene utilizzato con la modalità eremitica.
  • Nome originale: Rinascita (S?z? Saisei)
  • Tipo: Tecnica Proibita, rango S, di supporto
  • Utilizzatori: Tsunade
  •  Descrizione: Dopo aver attivato il sigillo segreto, tutte le proteine delle cellule si moltiplicano e si rigenerano finchè tutte le cellule del corpo non vengono riattivate. La tecnica la rende praticamente immortale, ma può esser usata solo poche volte nella vita.
  • Motivo: Usata più volte porta alla morte.
  • Nome originale: Tecnica della Chimera  (Kimera no Jutsu)
  • Tipo                      Tecnica proibita, di supporto
  • Utilizzatori: Hiruko, San, Ichi, Ni
  • Descrizione: La Tecnica della Chimera è una tecnica proibita che è stata sviluppata da Hiruko, un Nukenin della Foglia, al fine di compensare la sua mancanza di naturale di abilità innate. Approfondisci con Tecnica della Chimera.
  • Motivo: Utilizzo di corpi e organismi vivi, violando le leggi della natura.
  • Nome originale: Tecnica Estrema della Moltiplicazione Superiore del Corpo  (Taj? Kage Bunshin no Jutsu)
  • Tipo                      Tecnica proibita, rango A, di supporto, corto-medio-lungo raggio (0-10+ m)
  • Utilizzatori: Naruto
  • Descrizione: Versione potenziata della Moltiplicazione Superiore che evoca uno spaventoso numero di cloni, fino a 2000 come dimostrato da Naruto. È una tecnica proibita a causa della gigantesca quantità di chakra utilizzata. Naruto, però, ha assunto un tale controllo della tecnica che riesce a distribuire il chakra fra le copie senza perderne una quantità eccessiva.
  • Motivo: Eccessivo consumo di chakra.


  • Nome originale: Tecnica dell'Immortalità  (Fushi Tensei)
  • Tipo                      Tecnica proibita, rango S, di supporto
  • Utilizzatori: Orochimaru
  • Descrizione: Tecnica che permette all'utilizzatore di trasferire il proprio spirito in altri corpi, garantendogli così una sorta di immortalità finché trova nuovi contenitori per la sua anima e mantiene il corpo in vita. Questa tecnica può essere usata solo una volta ogni tre anni e quando essi stanno per scadere il corpo, se non era preparato a dovere a ricevere lo spirito, inizia a rigettarlo presumendo così che con un particolare addestramento prima della reincarnazione, l'utilizzatore possa restare in un corpo per tutta una vita. Per utilizzare la tecnica l'utilizzatore "evoca" un'altra dimensione dove avviene il rito della reincarnazione vero e proprio. Al termine del processo l'anima dell'utilizzatore domina il nuovo corpo. Quando deve rilasciare il corpo di un individuo Orochimaru diventa un serpente bianco, che ha grandi poteri di rigenerazione.
  • Motivo: Contro le leggi della natura.
  • Nome originale: Tecniche del Loto  (Renge)
  • Tipo                      Tecnica proibita, rango B-A-S, di supporto, corto raggio (0-5 m)
  • Utilizzatori: Rock Lee, Gai, Kakashi (solo anime), Shinno (solo movie)
  • Descrizione: Sono definite Tecniche del Loto quelle tecniche che richiedo l'apertura di almeno una delle Otto Porte del Chakra. Tra queste ci sono la Tigre del Mezzogiorno e il Pavone del Mattino. Approfondisci con Taijutsu.
  • Motivo: Possibili e gravi effetti collaterali che accorrono senza il dovuto allenamento. Secondo vari personaggi l'apertura dell'ultima porta causa morte certa. Questo non è del tutto vero perchè nel 2° Movie Shippuden Shinno riesce a sopravvivere usando una tecnica medica.


  • Nome originale: Tecnica del Pavone (Kujaku My?h?)
  • Tipo                      Tecnica proibita, di supporto
  • Utilizzatori: Akahoshi, Natsuhi, Sumaru, Yotaka, Shiso, Hokuto
  • Descrizione: Tecnica molto potente caratteristica del Villaggio della Stella (per utilizzarla è necessario controllare un particolare chakra derivante da un meteorite esistente solo in quel villaggio). Controllando il Chakra della Stella gli si fa assumere la forma che si desidera (come una corda praticamente impossibile da spezzare, un grosso filo di chakra che attorciglia il collo dell'avversario per strangolarlo, un'onda di chakra molto potente o una bestia. Usata di solito per creare sulla propria schiena delle ali di chakra. Queste ali possono essere utilizzate per difendersi, attaccare o volare. Akahoshi la utilizza dopo essersi impiantato la Stella nel petto, riuscendo a far assumere al chakra la forma di un dragone. Inoltre Akahoshi riesce ad assorbire il chakra dei suoi compagni per creare una bestia più potente. Secondo Akahoshi, questa tecnica può essere usata anche dopo che l'utilizzatore è morto, come farà Natsuhi, già morta, aiutando Naruto a sconfiggere Akahoshi.
  • Motivo: Per usarle è necessario un allenamento vicino alla stella, che causa malattie e porta alla morte.
  • Nome originale: Tecnica della Resurezzione (Doton Soseijutsu: Dojo Shishi) (solo anime)
  • Tipo: offensivo e di supporto, corto-medio-lungo raggio (0-10+ m)
  • Utilizzatori: Kazuma, Fudou
  • Descrizione: Questa tecnica può essere considerata una versione della Tecnica del Richiamo - Resurrezione Impura, di elemento terra e impiegata su vasta scala. Si esumano dal terreno un gran numero di cadaveri, resuscitandoli poi sottoforma di veri e propri zombie, anche a centinaia alla volta, ma nessuno di loro, al contrario della tecnica di Orochimaru, ha razionalità, capacità fisiche o tecniche a disposizione. Se la tecnica viene disattivata o il suo utilizzatore muore, i resuscitati immediatamente diventano polvere.
  • Motivo: Contro le leggi della natura.




  • Nome originale: Tecnica della Resurezzione Impura (Kuchiyose: Edo Tensei)
  • Tipo: rango S, di supporto
  • Utilizzatori: Orochimaru, Kabuto Yakushi, Tobirama Senju, Kazuma (solo anime)
  • Descrizione: É la tecnica inventata da Tobirama Senju e, in seguito, perfezionata da Orochimaru e Kabuto e consiste nel far riportate in vita una o più persone contemporaneamente. Per questa speciale tecnica d'evocazione bisogna innanzitutto sacrificare un certo numero di persone a seconda del numero delle persone che si vuole far "resuscitare", poi si ricopre di ceneri il defunto utilizzato come sacrificio e dopo aver eseguito i vari sigilli, sbucano fuori dal terreno le tombe dei morti resuscitati. Dopo che i resuscitati sono usciti dalle loro tombe, l'utilizzatore deve impiantare dentro il loro corpo degli speciali kunai che rendono queste persone delle marionette al suo servizio e vengono costrette a combattere contro l'avversario. Spesso Kabuto utilizza dei kunai che, differenza di quelli di Orochimaru, non soggiogano completamente la mente del resuscitato. I resuscitati hanno la capacità di utilizzare tutte le tecniche che possedevano in vita; inoltre non sentono dolore in seguito alle ferite e si rigenerano anche. La tecnica consiste nell'utilizzare DNA della persona che si vuole resuscitare e, tramite un rituale, usare una persona viva come contenitore per l'anima che viene richiamata e il corpo assume le fattezze di quest'ultima. La tecnica non ha effetto se non si possiede abbastanza DNA oppure l'anima è sigillata da una tecnica: ne sono esempi quelle dei primi quattro Hokage perché rinchiuse nel Sigillo del Diavolo, e quella Orochimaru, perché prigioniero della Spada di Totsuka di Itachi Uchiha. E' un jutsu che, a detta di Kabuto, non ha punti deboli, e la tecnica non si placa neanche uccidendo il suo utilizzatore. L'unico modo per fermarla è sigillare le anime dei resuscitati o prendere il controllo dell'utilizzatore della tecnica costringendolo ad annullarla oppure quando l'utilizzatore lascia libere le anime.
  • Motivo: Contro le leggi della natura.
  • Nome originale: Tecnica del Segno Maledetto  (Juinjutsu)
  • Tipo                      Tecnica proibita, rango A, di supporto, corto raggio (0-5 m)
  • Utilizzatori: Orochimaru
  • Descrizione: Orochimaru, morde il collo della vittima, che solitamente è qualcuno che vuole usare come corpo per la tecnica dell'immortalità, e la controlla. Se si ha una grande forza di volontà, si può resistere alla tecnica. Il segno maledetto, può essere attivato se ci si lascia andare. Approfondisci con Segno Maledetto.
  • Motivo: Consuma mente e chakra di chi subisce la tecnica, facendo rischiare a queste persone la morte se usato eccessivamente.
  • Nome originale: Tecnica della Serpe Gemella Assasina  (Juinjutsu)
  • Tipo                      Tecnica proibita, rango A, offensivo, corto raggio (0-5 m)
  • Utilizzatori: Orochimaru, Anko Mitarashi
  • Descrizione: É una tecnica proibita, che immobilizza l'avversario e lo conduce, insieme all'utilizzatore, a morte certa. D'altro canto, in situazioni disperate, consente a chi vi ricorre di uccidere avversari più forti di sè.
  • Motivo: Se usata con successo porta a morte certa l'utilizzatore.




  • Nome originale: Tecnica di Confinamento: Sigillo del Diavolo  (FuuinJutsu: Shiki Fuujin)
  • Tipo: Tecnica Proibita, rango S, offensivo, corto raggio (0-5 m)
  • Utilizzatori: Hiruzen Sarutobi, Minato Namikaze
  • Descrizione: Dopo aver formato i sigilli viene invocato il Dio della Morte che esegue un rituale mentre l'utilizzatore blocca l'avversario di fronte a se. La divinità può così, attraverso il corpo di chi lo evoca, estrarre l'anima del nemico e sigillarla all'interno dell'utilizzatore.Con l’attivazione della tecnica, una forma spirituale del ninja appare davanti al Dio della Morte. Lo Shinigami spinge il braccio attraverso la forma spirituale del ninja, il suo braccio fuoriesce poi dal corpo reale dell’utilizzatore della tecnica. Questo costringe il ninja a dover essere molto vicino o a dover afferrare il suo avversario. Il braccio del dio afferra l’anima della vittima e la trascina fuori dal corpo. Nel caso del Terzo Hokage che era troppo debole per estrarre completamente l’anima di Orochimaru, il Dio della Morte utilizza il suo coltello per tagliare la porzione dell’anima che ha afferrato. In questo caso le rispettive parti del corpo rimaste senz’anima diventano morte ed inutilizzabili. L’anima o la porzione di essa viene infine sigillata nel corpo dell’utilizzatore, inoltre le anime del ninja e delle sue vittime non potranno mai andare nell’aldilà. Saranno costrette a soffrire nello stomaco del Dio della Morte per l’eternità, in eterno combattimento, senza possibilità di fuga.Il risultato è la morte di entrambi i ninja perché il prezzo da pagare per eseguire la tecnica è la propria vita. La Tecnica può anche essere interrotta prima della sua conclusione per estrarre solo una parte dell'anima del bersaglio e impedirgli solo l'uso di alcune parti del corpo come braccia o gambe.
  • Motivo: Porta a morte certa.


  • Nome originale: Tecnica Superiore della Moltiplicazione del Corpo  (Kage Bunshin no Jutsu)
  • Tipo: Tecnica Proibita, rango B, di supporto
  • Utilizzatori: Naruto, Kakashi, Hiruzen Sarutobi, Itachi, Konohamaru, Jiraiya, Mahiru, Hayate, Deidara, Hoki (solo anime), Anko (solo anime), Sabiru (solo anime), Orochiamaru (solo manga), Ebisu (solo anime), Shizune (solo anime), Nagato (solo anime)
  • Descrizione: Tecnica più avanzata rispetto alla Moltiplicazione del corpo, classificata come tecnica proibita per l'eccessivamente elevato costo di chakra, che consiste nella creazione di copie dotate di consistenza fisica e in grado di provocare danni reali. Questa tecnica ha come svantaggio d'altronde di dividere il chakra del ninja tra tutte le sue copie in quantità sempre uguali, quindi di solito non ne sono mai evocate troppe. I cloni di solito svaniscono in una piccola nube di fumo non appena vengono colpiti violentemente, quando l'utilizzatore decide di annullarli oppure quando non ha più chakra. Il vero punto di forza però è che i cloni, non appena vengono annullati, trasferiscono tutte le conoscenze e le capacità acquisite al proprietario, che esse siano informazioni segrete o conoscenze riscontrate durante un allenamento, ma anche immagazzinare tutta la fatica accumulata dalle copie all'originale. Naruto non riesce ad usare la tecnica dopo aver ottenuto il controllo del chakra del nove code, in quanto il Kyuubi assorbe parte del chakra, facendo rischiare la morte a Naruto.
  • Motivo: Eccessivo consumo di chakra.
  • Nome originale: Tecnica del Trasferimento della Vita (Kish? Tensei)
  • Tipo: Tecnica Proibita, rango S, di supporto, corto raggio (0-5 m)
  • Utilizzatori: Chiyo
  •  Descrizione: Questa particolare Tecnica di Resurrezione trasferisce la linfa vitale di chi la evoca al bersaglio prescelto e porta alla morte dell'utilizzatore. Chiyo la utilizza due volte: la prima su Sakura ferita gravemente, ma, dato che non era morta, Chiyo riuscì a sopravvivere, la seconda su Gaara che era morto dopo l'estrazione del demone Shukaku a opera dell' Organizzazione Alba. Questa tecnica potrebbe far prendere vita a una marionetta.
  • Motivo: Porta a morte certa se usata su un ninja deceduto.

 

Statistiche della pagina
Pagina vista: 52896
Pagina creata da: nicomassa95 , 17 giugno 2011
Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2014

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultime dal forum
di Kazekage Gaara_yvi98 - sabato alle 22:11
di Madara99 - sabato alle 16:38
di D.A. - venerdì alle 21:35
di kakashisensei - giovedì alle 09:39
di Madara99 - 5 ottobre alle 12:07
di elvafeng - 5 ottobre alle 08:42

NarutoGT.it is a fansite based on the Naruto Anime and Manga series.
The holders of the copyrighted and/or trademarked material appearing on this site are as follows:
NARUTO © 2002 MASASHI KISHIMOTO. All Rights Reserved.

Impostazioni