Censure - Errori

In questa pagina sono elencate le censure generali, insomma quelle più comuni, che sono presenti in quasi tutte le puntate.

Immagini

 

Adattamenti e censure in Italia

Naruto costituisce per molti versi una svolta nell'adattamento italiano di anime giapponesi. Ad esso, è stata, infatti, riservata una cura particolare, come dimostra per esempio la decisione di mantenere i nomi dei personaggi originali (e quindi in giapponese),  modificandone la pronuncia, e di conservare, al termine di ogni puntata, l'anticipazione dell'episodio successivo (rimossa, tuttavia, a partire dall'episodio 51).

Nella maggior parte degli episodi mandati in onda, però, sono state ancora apportate varie censure, a volte anche molto pesanti.

Di seguito sono riportate le più comuni:

  1. Scene di combattimento, ferimento o dolore
  2. Ogni volta che appare il sangue, la scena in Italia è ricolorata di bianco e nero, per mascherare la ferita. Altre volte si lascia la scena colorata, ma si ricolora il sangue di nero o di un marrone molto scuro.
  3. In altri casi si è preferito  far vedere la scena in negativo (colori neri o grigi e contorni bianchi, (tipo un disegno col gesso su una lavagna). Inoltre, spesso sono state completamente tagliate le scene in cui i protagonisti soffrono, per via di un colpo o di una ferita in combattimento.
  4. Nei combattimenti tra ninja, nemici schierati in diverse fazioni, può capitare di ricevere delle ferite, ferendosi è umano sentire il dolore ma in Italia quest’aspetto è stato il più possibile tagliato.
  5. Come già successo in precedenti serie, la parola “morte" è stata completamente cancellata, ed è sostituita con sinonimi. Per fare un esempio, un personaggio non è “morto", ma è “scomparso", “finito" e cose del genere.
  6. Stessa storia per la parola “uccidere" sostituita con “fare fuori" e  cose simili.
  7. Altre volte i personaggi si limitano a girare attorno al concetto, senza dire le cose direttamente, anche quando invece è ben chiaro cosa è avvenuto.
  8. Quando Naruto si trasforma in donna, con la “Tecnica Seducente" (nome originale: “Tecnica dell’Erotismo") la scena è interamente ricolorata in giallo, probabilmente per coprire meglio le nudità… anche se queste ultime sono già tutte coperte dal fumo e dalle nuvolette che ha attorno.
  9. Inoltre segnalo che molte puntate, per via dei tagli, finiscono secondi (e purtroppo anche dei minuti…) prima a quelle originali giapponesi.  

Non sono censure ma è da segnalare che :

  1. Ci sono stati due errori di pronuncia nei nomi dei personaggi dell'anime.
  2. Il primo si ha con il nome di Choji Akimichi, pronunciato erroneamente per la prima volta da Iruka: la pronuncia della lettera 'j' in giappone suona molto dura, come la nostra 'g', e non come, ad esempio, quella francese; il nome di Choji, in Mediaset, è stato pronunciato invece con una 'j' dolce e quindi decisamente errato e anche strano da sentire.
  3. L'errore più ricorrente, essendo esso protagonista assieme a Naruto, è quello fatto con il nome di Sasuke. Forse erroneamente condizionati dal ninja 'Sasùke', anche all'Uchiha è stata affibbiata questa orrenda pronuncia: in Giappone, invece, la vocale 'u' non viene spesso quasi pronunciata, e così accade anche con il nome 'Sasuke', che viene pronunciato come un 'Saskè'; è quindi ridicolo, per gente che ha ascoltato l'anime originale per poterlo tradurre, mettere invece l'accento proprio sulla vocale che in verità non viene pronunciata!
  4. Sasuke apostrofa spessimo Naruto con la parola “baka", traducibile in italiano come “stupido". Ogni volta che la sente, Naruto s’infuria non poco.
  5. In Italia invece è sostituita, nelle varie puntate, con diverse parole (tipo “pecorella", “testa quadra", “fifone"…).
  6. Nota: prima di vedere la versione italiana di Naruto, personalmente non avevo mai sentito l'espressione "testa quadra" ^^
  7. Nella versione giapponese Naruto usa spesso l'esclamazione "DATTEBAYO!", difficilmente traducibile in italiano. Si tratta di un suffisso per dare enfasi alla frase ("tte bayo") ribadendo quanto si è appena detto (del tipo "E' proprio così!", o "Ho ragione!"); si tratta anche di una espressione piuttosto infantile.
  8. Nella versione italiana è stato del tutto ignorato, però bisogna anche dire che era difficile renderlo in italiano, e che anche nella versione italiana del manga è stato deciso di non metterlo.
  9. Nella versione originale la serie di “Naruto" (come tutte quelle giapponesi) ha due sigle, una d’apertura e di chiusura, diverse tra loro e corredate d’immagini specificamente disegnate per quelle musiche. Inoltre le sigle cambiano dopo un certo numero d’episodi. Segnalo anche che la colonna sonora del cartone ha vinto, in patria, un premio speciale.
  10. In Italia sono state sostituite da un’unica sigla, uguale sia in apertura sia in chiusura, e corredata d’immagini prelevate forzatamente dagli episodi (è una questione di gusti, ma ha me sinceramente la sigla italiana non mi piace molto, la trovo anche poco in linea con lo spirito della serie).
  11. Nella versione giapponese Orochimaru, Gaara, Kankuro e lo stesso Naruto hanno ben altro tipo di voci, le interpretazioni italiane sono, in alcuni casi, assai diverse (anche qua è una questione di gusti, ma io personalmente avrei preferito una scelta più fedele all’originale).
  12. Inoltre (segnalazione di Sophitia) nella versione originale la voce di Orochimaru, probabilmente grazie ad effetti fatti con il computer, sibila come un serpente, il suo parlare fa proprio venire in mente un rettile. In Italia però questa particolarità non è stata mantenuta.

Adattamenti e censure all'estero

le censure non sono state applicate solo in Italia.
Nella versione Americana della serie animata  sono stati censurati quasi tutti gli episodi, eliminando ogni riferimento al sangue, oppure lasciandone accenni minimi. 

In Francia l'anime  è andato in onda su diverse reti televisive, alcune delle quali a pagamento via satellite. La serie pertanto è stata trasmessa con due diversi livelli di censura: è stata modificata per adattarla ad un pubblico minorenne sulle reti comuni , mentre è stata trasmessa in versione integrale e senza censure sui canali satellitari.

Anche negli altri Paesi europei come Germania e Spagna  la serie è stata censurata pesantemente, soprattutto nella prima parte dell'anime e negli episodi in cui appaiono riferimenti sessuali, come quelli in cui Naruto si trasforma in ragazza o quelli in cui Jiraiya spia le donne negli spogliatoi o nei luoghi pubblici.

Statistiche della pagina
Pagina vista: 189821
Pagina creata da: admin , 6 febbraio 2008
Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2014

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultime dal forum
di D.A. - 3 ore fa
di Jiraya Ninja Leggendario - 6 settembre alle 21:10
di idra uzumaki - 5 settembre alle 11:32
di Pain93 - 24 agosto alle 16:14
di D.A. - 20 agosto alle 17:17

NarutoGT.it is a fansite based on the Naruto Anime and Manga series.
The holders of the copyrighted and/or trademarked material appearing on this site are as follows:
NARUTO © 2002 MASASHI KISHIMOTO. All Rights Reserved.

Impostazioni